Giornata del FAI al Castello dei conti de Ceccano

Medioevo: tempo di castelli e cavalieri; tempo di guerra e fede. Un periodo storico descritto troppo spesso come oscuro, pur avendo al contrario dato i natali ai più affascinanti ideali della Civiltà europea. Di certo un'epoca misteriosa. Lontana forse, ma che continua ad incantarci perché abitata da uomini valorosi, animati dalla più rigorosa dottrina come dalle passioni più sfrenate. Di quel periodo la nostra terra ciociara è stata profondamente protagonista. Essendo un luogo di incontro e di scambio ha visto la fondazione del monachesimo benedettino a Cassino; l'apice dello scontro tra potere temporale e spirituale nello schiaffo di Anagni; la nascita di uno dei più grandi teologi medievali, Tommaso D'Aquino. Simbolo e testimonianza di questa storia è certamente il Castello di Ceccano. Fortezza inespugnabile, costruita dall'ottavo secolo sulle rovine dell'antica acropoli di "Fabrateria Vetus", che ospitò il centro vitale della grande contea dei de Ceccano, potentissima famiglia di origini germaniche, scesa in Italia assieme ai Longobardi di Astolfo. E' da questo luogo, posto su un'altura strategica che dominca gran parte della valle del Sacco, che i de Ceccano governavano le loro terre. Anche se dopo secoli la fortezza fu trasformata in carcere, attivo fino al 1973, essa non ha mai perso quela sua aura di mistero, dovuta ai tanti simboli religiosi incisi sulle antiche mura, forse retaggio del passato dei tanti pellegrini di ritorno dalla Terra Santa. Un luogo dunque ricco di fascino e storia quello che il Fai Giovani di Frosinone, in collaborazione con l'associazione "Cultores Artium" ed il Comune di Ceccano, propone di visitare nell'evento dell'8 maggio prossimo. Due gli appuntamenti per visitare la fortezza: alle ore 10,30 ed alle ore 15,30, con degustazione finale delle tipiche ciambelline al vino. 
Prenotazioni entro il 5 maggio 2016 all'indirizzo: faigiovani,frosinone@fondoambiente.it

Evento Ceccano Con Logo

20618